Piergiorgio Seveso

Piergiorgio Seveso è nato a Cantù il 2 maggio 1972, festa di Sant'Atanasio.

Cattolico militante, da sempre animatore di iniziative culturali cattolico integrali e antimondialiste, è "cofondatore" del primo forum "sedevacantista" di lingua italiana, cofondatore della battagliera rivista fiorentina "Il Guelfo nero", bollettino del centro studi Leone X,  e delle Edizioni Radio Spada di cui è vicepresidente.

Per alcuni anni ha militato, con passione e sfortunata cavalleria, nelle file dell'indipendentismo padano-alpino.

Figura irregolare, picaresca e guascona, faziosamente guelfa, è molto amato e anche molto odiato ma in realtà conduce una vita tranquilla e ritirata sotto gli amati chiostri dell'Università Cattolica del Sacro Cuore dove vive, opera e studia.

Sostiene la Tesi di Cassiciacum, formulata da S.E.R. Monsignor Guerard des Lauriers O.P, come spiegazione più esaustiva e completa dell'attuale crisi che travaglia la Chiesa Cattolica.

Per le Edizioni Radio Spada ha curato il saggio introduttivo al libro di Piero Vassallo "Pensieri teologicamente scorretti" e alla riedizione di "Il liberalismo è peccato", di F. Sardà y Salvany; ha curato la postfazione al libro di Pietro Ferrari "Non Possumus. Indagine sulle deviazioni dottrinali e liturgiche a 50 anni dalla chiusura del Concilio Vaticano II"; ha curato l'edizione di "Salmi per la Chiesa militante. Preludi e Accordi" di Antonio Pujia (introdotto da Lorenzo Roselli); è co-autore, con Andrea Giacobazzi, di "Oportet Illum regnare. Peronismo scomunicato? Pio XII e la condanna del 1955" - "La scure e la Croce. Cattolicesimo e fascismo tra Concordato e scontro".